Hummus di melanzane #2

Hummus di melanzane #2

Una ricetta che avevo chiamato hummus di melanzane, l’ho già postata la scorsa estate ai primi esordi di questo blog. Me l’ero inventata e così ad estro è venuta una salsina molto gustosa. Però parlando con Paula ho scoperto che il vero hummus di melanzane si copia pari pari da quello di ceci, cambiando naturalmente il protagonista principale. Restano fermi tahin, limone, aglio, olio. Ha ragione lei quando dice che è ottimo freddo. L’ho provato anche tiepido, ma non regge il confronto, avendo la pazienza che il frigo faccia il suo dovere. Tra l’altro a me ha ricordato moltissimo la melanzanosalata che mangiavamo in Grecia durante i bei viaggi a Lefkada e nel Peloponneso. Questi sapori che risvegliano i ricordi. Capita anche a voi?

 

STAGIONALITA’ RICETTA: estate – DIFFICOLTA’: 1/5 – TEMPO: 15 minuti + tempo di riposo in frigorifero

Ingredienti:

  • 3 grosse melanzane (senza semi…quelle della foto sono una varietà diversa che non ho usato)
  • il succo di mezzo limone
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale
  • olio extravergine di oliva

Lavate e tagliate le melanzane in due nel senso della lunghezza. Mettetele a cuocere al vapore (Paula preferisce la cottura al forno, ma con il caldo ho evitato). Quando saranno cotte (la polpa bella morbida), scavatele con un cucchiaio così da eliminare facilmente la buccia. Mettete la polpa in un colino e lasciate sgocciolare per una decina di minuti, aiutandovi anche con un cucchiaio per  far perdere l’acqua (schiacciatele). Trasferitele quindi in un  recipiente alto, aggiungete il tahin, lo spicchio d’aglio schiacciato, l’olio e il succo del limone. Frullate con un frullatore ad immersione ed aggiustate di sale. Trasferite in frigorifero e servite ben freddo spalmato sul pane.

2 Comments

  1. Brava Laura….
    è vero che è buona e fresca!! il vero nome di questo piatto in Libanese è “Baba Ghannouj”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*