crackers di semi

Per questi crackers  mi pare di aver capito che non ci siano mezze misure o incertezze di sorta: o piacciono o non piacciono proprio. Ho scelto di proporli comunque, perchè sono uno spuntino insolito, curioso e salutare. E a me personalmente sono piaciuti.

Sono anche simpatici da fare perchè sfruttano il gel dell’ammollo dei semi di lino che fa da collante per gli altri semi. In questa versione oltre al lino ci sono i semi di sesamo e quelli di girasole. Nulla vieta di provare accostamenti diversi, anche con quelli di zucca e qualche seme di anice o di finocchio per dare un tono più speziato.

Non richiedono cottura, solo la pazienza di tenerli ad una temperatura sufficiente a fare pian piano evaporare l’acqua ed ottenere uno strato di semi compattati tra loro. Questa ricetta l’ho trovata qui, navigando nel web…attività che mi rilassa particolarmente…


 

 STAGIONALITA’ RICETTA: tutto l’anno – DIFFICOLTA’: 1/5 – TEMPO: 10 minuti di preparazione + essiccazione

Ingredienti:

  • 150 g di semi di lino
  • 2 cucchiaio di semi di sesamo
  • 2 cucchiai di semi di girasole
  • 200 ml di acqua
  • 1/2 cucchiaino di sale fino marino integrale
  • 1 cucchiaino di erbe aromatiche essiccate (facoltativo)

Mettete a bagno per almeno una notte 150 g di semi di lino in 200 ml d’acqua, mentre in un’altra tazza lasciate ammollare in acqua gli altri semi.

Rovesciate i semi di lino ed il gel rilasciato in un recipiente e unite il mix di semi non tostati scolati dall’acqua, mezzo cucchiaino di sale, ed eventualmente le erbe aromatiche. Versate l’impasto su una teglia ricoperta di carta da forno, con l’aiuto di una spatola livellate bene i semi (in uno strato di un paio di mm), tagliate già le forme dei crackers e fate asciugare in essiccatore per circa 9 ore.

L’alternativa è quella di mettere in forno a meno di 40° o lasciare la teglia per 24 sul termosifone.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*