Coppette croccanti con crema di lenticchie

Coppette croccanti con crema di lenticchie

Quante tradizioni a Capodanno. Si chiude il cerchio dell’anno precedente ed è inevitabile fare un bilancio di quanto accaduto a noi, ai nostri familiari, nel mondo e si rilancia con i buoni propositi per il nuovo anno.  Un momento per fermarsi un attimo a riflettere, un piccolo percorso intimo e personale.

Da condividere invece con amici e parenti, la tradizione italiana vuole una serie di rituali scaramantici. Innanzitutto mangiare le lenticchie come auspicio di ricchezza per il nuovo anno.

Un consiglio? Mangiatele tutto l’anno non solo in questi giorni di Festa. Sono ricche di fibre, vitamine e sali minerali (soprattutto ferro). Hanno un buon contenuto proteico e sono un cibo povero economicamente ma ricco dal punto di vista nutrizionale. Sono legumi diffusi in tutto il mondo (tipiche quelle rosse che ho trovato in India nel famoso dhal mescolate alle loro incantevoli spezie) ma pare che quelle italiane siano le più famose. Io per questa ricetta ho usato la varietà nera piccola di montagna.

Un ultima cosa: se riuscite, prediligete quelle secche rispetto a quelle in scatola, perché sono più ricche di principi nutritivi e prive di conservanti. Anche perchè cuocere questo legume è molto facile e poco impegnativo: basta mantenere le lenticchie in ammollo (da 2-6 ore), sciacquarle bene e poi cucinarle appena coperte di acqua a fuoco lento per 30/40 minuti. E’ importante fare sì che tuta l’acqua venga assorbita e non scolata, per evitare di perdere le vitamine contenute.

Vi ho convinti a provare questa ricetta?

Con un bacio sotto il vischio e lenticchie nel piatto Vi mando il mio Augurio di Cuore per cominciare bene questo nuovo anno, con aspettative, progetti, sogni e desideri. Sapendo che qualche momento di sconforto e di difficoltà ci potrà anche essere ma l’augurio più grande è che con l’amore, l’affetto e la stima delle persone a noi vicine nel nostro cammino non siamo soli!

Buon 2014!

 

canape-vellutata-lenticchie

 

STAGIONALITA’ RICETTA: tutto l’anno – DIFFICOLTA’: 3/5 – TEMPO: 90  minuti 

Ingredienti per le  coppette:

  • 250 g di farina semintegrale di farro
  • 80 ml circa di acqua
  • 50 ml olio evo
  • 1 cucchiaino raso di sale fino
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato

Mettete la farina in una terrina, unite il sale, il bicarbonato, l’olio e  l’acqua. Mescolate fino ad ottenere un impasto liscio. Formate una palla, avvolgetela in un foglio di pellicola e fatela riposare a temperatura ambiente per 15 minuti. Prendete un pezzo di pasta e stendetela in sfoglia molto sottile con un mattarello su un piano leggermente infarinato. Fate dei dischi di circa 7 cm di diametro (con l’aiuto di uno stampino per biscotti o del bordo di un bicchiere) e usateli per foderare gli alloggi di uno stampo da muffin oliato e infarinato (quelli piccolini da 24 muffin). Cuocete in forno a 180°C per 12 minuti circa.

Ingredienti per la crema:

  • 200 g di lenticchie secche
  • 1 scalogno
  • 1 foglia di alloro
  • 70g di zucca mondata
  • sale marino integrale
  • olio extravergine d’oliva

Mettete in ammollo le lenticchie per un paio di ore. Fate appassire lo scalogno con poco olio e un cucchiaio di acqua. Aggiungete la zucca tagliata a piccoli tocchetti e lasciate stufare per cinque minuti.  Aggiungete le lenticchie ammollate e tanta acqua calda quanto basta a coprirle bene. Lasciate cuocere per circa 40 minuti. Salate a fine cottura (per evitare l’indurimento delle stesse). Frullatele aggiungendo olio crudo per ottenere una salsa cremosa.

Mettete la salsa in una siringa da pasticciere (o sac a poche) e riempite le coppette. Servite subito

 

Con questa ricetta partecipo al CONTEST di PEDON LENTICCHIA PEDINA:

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*