Insolite mele al forno

Le mele al forno possono risultare un ottimo spezza fame: appetitose, corroboranti ma soprattutto golosissime. La base dolce della mela è esaltata da un pizzico di sale e dall’aggiunta, nella cavità scavata centralmente, di un’amalgama di uvette, marmellata acidula di albicocca e mandorle tritate.

Sono un’ottima alternativa per una colazione e danno subito quell’energia che serve in queste fredde mattine invernali. L’uso di abbondante cannella aiuta a regolare la glicemia.

Scegliete delle mele dolci belle mature e fate attenzione alle uvette che acquistate. Io le scelgo bio perchè viene garantita l’assenza di conservanti, quasi sempre presenti sotto forma di solfiti (in etichetta vengono indicati).

 

mele-al-forno

 

 

STAGIONALITA’ RICETTA: autunno/inverno – DIFFICOLTA’: 1/5 – TEMPO: 30 minuti

Ingredienti:

  • 3 mele golden mature
  • 40 g di uvetta bio
  • 30 g di mandorle con la buccia
  • 3 cucchiai di marmellata di albicocche senza zucchero
  • una spolverata di cannella
  • un pizzico di sale

Riscaldate il forno a 180°C. Nel frattempo mettete in ammollo le uvette nell’acqua tiepida,  lavate le mele, tagliatele a metà e togliete il torsolo. Disponete le mele in una pirofila foderata con la carta da forno. Distribuite su ognuna un pizzico di sale e versate sul fondo della pirofila un paio di cucchiai di acqua.

Scolate e tamponate le uvette, quindi tritatele grossolanamente con un coltello. Mescolatele alla marmellata e dividete il composto mettendolo all’interno dell’incavo di ciascuna mela. Tritate grossolanamente anche le mandorle e distribuitele sopra le mele. Cospargete con cannella, copritele con un foglio di alluminio e cuocetele in forno per 20 minuti.

 

2 Comments

  1. D’inverno piacciono molto anche a me le mele cotte belle calde con una spruzzatina di cannella: ma queste sono ancora piu’golose! 😉
    …il giro vita aumenta…ma viste le festivita’ imminenti io cerco di fare la brava, ma a gennaio ti ritagli un momentino per me? 😉
    Grazie! Un abbraccio!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*