Ciambella alle carote e arancia

Un classico tutto arancione. Sempre gradita la torta di carote, in questa versione rivisitata con l’aggiunta di scorza e succo di arancia. La parte grassa del dolce è data dall’aggiunta delle mandorle e soprattutto dall’utilizzo dell’olio extravergine di oliva. Nei dolci spesso ci si dimentica di utilizzare quest’olio, perchè spesso lo definiamo “troppo aromatico”. Il consiglio è di sceglierne uno delicato per non rinunciare al gusto e non perdere i suoi benefici.

In generale infatti, l’uso dell’olio d’oliva nell’alimentazione quotidiana, come condimento e come principale grasso alimentare, permette di ridurre considerevolmente l’apporto di grassi saturicome per esempio quelli derivanti da burro e prodotti caseari, riducendo il rischio di varie malattie cardio vascolari, grazie all’apporto sia di acido oleico che alla presenza di fenoli (stupendi antiossidanti). E se la scienza ci accompagna con queste indicazioni, lasciamoci accompagnare!





STAGIONALITA’ RICETTA: autunno/inverno DIFFICOLTA’: 2/5 – TEMPO: 50 minuti

Ingredienti per uno stampo a ciambella:

  • 250 g di carote
  • 200 g di farina tipo 2
  • 50 g di fecola di patate
  • 100 g di mandorle
  • 90 g di zucchero integrale di canna
  • 180 ml di latte vegetale
  • 40 ml di succo di arancia
  • la scorza grattugiata di un’arancia bio
  • 50 ml olio di oliva delicato
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • q.b. zucchero a velo per spolverare

Pulite le carote e tritatele nel frullatore (non troppo). Versatale in una ciotola e unite l’olio, la scorza e il succo di arancia, il latte.

Frullate le mandorle assieme allo zucchero di canna. Unitele al resto. Quindi versate anche la farina setacciata assieme alla fecola e al lievito, il pizzico di sale e mescolate bene il tutto. Ungete di olio la tortiera, sporcatela di farina e versare il composto nella tortiera. Cuocete la torta a 180°C per 40 minuti. Controllare la cottura con lo stecchino. Estraete dal forno, lasciate raffreddare e spolverate con dello zucchero a velo.

la_uo

2 Comments

  1. Ciao,
    stupenda questa ciambella! volevo chiederti se è possibile utilizzare il malto di riso al posto dello zucchero e, se si, in che quantità!
    Grazie mille… bellissimo blog 🙂
    Roberta

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*