Vellutata di aglio orsino

Succede che una tua paziente ti porta un regalo graditissimo: un sacchetto pieno di foglie di aglio orsino, un vasetto con una crema fatta da lei con l’aglio orsino e pure la ricetta … dicendoti: “Adesso tocca a lei mettersi al lavoro”…

Sfida accettata! La sua crema l’ho gradita spalmata sul pane appena tostato e come condimento per una pasta. Io, invece, le foglie dell’aglio orsino le ho usate per fare una vellutata. L’ho rifatta ben due volte nella stessa settimana da quanto è piaciuta!

L’aglio orsino è la variante selvatica dell’aglio comune. Si trova con facilità camminando nei sentieri collinari ad inizio primavera (almeno nelle mie zone). Se ne usano le foglie lanceolate e belle verdi, fresche in questa stagione come ingrediente di buonissime ricette. Ne sentite l’aroma pungente a distanza, che deriva da un olio essenziale volatile ricco di solfuri e che dà alle preparazioni un gusto intenso molto speciale.

Un’altra idea la trovate in questa ricetta che avevo fatto di pesto!



STAGIONALITA’ RICETTA: primavera – DIFFICOLTA’: 1/5 – TEMPO: 30 minuti

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g di patate
  • 100 g di aglio orsino
  • 1 cipolla grande
  • 100 ml di panna di soia
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di olio evo

Tagliate a fettine sottili la cipolla e fatela stufare con un cucchiaio di olio e un paio di acqua. Tenetela morbida unendo qualche mestolino di brodo vegetale. Nel frattempo tagliate a dadini le patate, unitele alla cipolla e coprite con il brodo. Dopo una ventina di minuti di cottura (sia cipolla che patate devono essere ben cotte) unite le foglie di aglio orsino tagliate grossolanamente. Lasciate cuocere per 5 minuti. Spegnete il fuoco, aggiungete la panna vegetale e frullate tutto molto bene per ottenere una crema. Servite tiepida con un filo di olio di oliva a crudo.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è glu_la_uo.png

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*